Un sentiero nei boschi da Torino a Superga


Il sole lo percepirete soltanto perché la passeggiata è interamente nei boschi,  la vegetazione in cui è immersa la collina è fittissima: vedrete la luce filtrare tra le foglie e gli intrichi di fusti, rami e rovi, raggi obliqui che attarversano la penombra. 


Ad accompagnare i vostri passi sotto le querce ed i castagni il rumore dell'acqua che scorre, versi  e fruscii,  infiniti segnali di una fauna che c'è ma che raramente riuscirete a scorgere. E alla fine della salita, la basilica di Superga e lo spettacolare panorama che da lì si apre su Torino.


Il sentiero che abbiamo scelto di seguire, tra i tanti possibili su questo versante della collina,  è il numero 29. Si parte da corso Casale, al confine tra Torino e San Mauro e si cammina per tre chilometri e 400 metri circa. Il dislivello è di 440 metri, 215 alla partenza e 670 all'arrivo sull'ampio piazzale che raggiungerete dopo aver incontrato l'ex Istituto Provinciale per l'Infanzia, la stazione della tranvia Sassi-Superga e il Centro Visite del Parco della Collina Torinese


Impiegherete circa un'ora e trenta, alcuni tratti sono piuttosto ripidi ma l'incanto del percorso e la meraviglia della cima valgono la fatica.
Siamo nel cuore delle Areee Protette del Po e della Collina Torinese, il sito Unesco Riserva della Biosfera CollinaPo, il terriorio comprendente 85 Comuni  riconosciuto nel 2016 a Riserva MAB – Programma Man and Biosphere.


#lamiatorino #torino #ilovetorino #collinapo #unesco #biosfera #superga

Pubblicato il 02/08/2017

Nessun commento:

Posta un commento

LWL